La storia

La ditta Illumineon, specializzata per la progettazione e realizzazione di apparati di illuminotecnica di tipo architettonico e per eventi multimediali, si costituisce nel 1977 e da allora A? tra le prime aziende di riferimento per la Rai Radiotelevisione Italiana, in materia di assistenza e fornitura di Impiantistica Speciale.

Il fondatore, Marcello Ognibene, in realtAi?? vi collabora giAi?? dal 1963, prestando servizio presso la ditta che nel 1958, realizza la stessa insegna luminosa ai???RAI Centro di Produzione TVai??? che caratterizza lai??i??esterno del primo Centro di Produzione italiano della RAI, sito in via Teulada a Roma e che, per i lavori di manutenzione straordinaria, viene affidata direttamente ad Ognibene con la sua neonata Illumineon per ben due volte, nel 1977 quando A? necessario rimuoverla e rimontarla su un telaio indipendente per permettere il ripristino pittorico della facciata, e nel 2007 quando viene totalmente rifatta, aggiornandola alle moderne tecnologie: non piA? strutture e lettere in ferro e lamiera, ma totalmente in alluminio, e quindi piA? leggere del 65%, e soprattutto non piA? illuminate con tubi al neon sagomati, ma illuminati con i piA? recenti moduli led, portando il consumo di energia dai precedenti 13.000 Watt agli attuali 800 Watt.

Il primo utilizzo dei tubi al neon bianchi allai??i??interno dellai??i??ambito scenografico, A? avvenuto nel lontano 1963, come contributo di illuminazione della scenografia della gloriosa trasmissione ai???Studio 1ai??? condotta da Mina nel centro RAI di Via Teulada, e da allora verrAi?? utilizzato sempre piA? frequentemente.

Successivamente, con la nascita delle trasmissioni TV a colori, i tubi al neon bianchi saranno affiancati dai tubi al neon colorati.

Da allora in poi in tutte le trasmissioni televisive verranno utilizzati i tubi al neon miscelati, ovvero che permettono di miscelare tra loro i colori, rendendo unici i colori delle scenografie, con grandi risultati, come ad esempio in ai???Fantastico 6ai???, ai???Serata Dai??i??Onoreai???, ai???Fantastico 7ai???, ai???Fantastico 8ai???, ai???Domenica Inai???, tutti i Festival di Sanremo, con particolare menzione a quello del 1995, il quale entrA? nel Guinness dei primati per la piA? elevata quantitAi?? di chilometri lineari di tubi al neon installati allai??i??interno di una scenografia.

Nellai??i??ambito dellai??i??utilizzo dei tubi al neon, Marcello Ognibene dAi?? inoltre il suo fondamentale contributo alla ricerca sperimentale sul Chromakey, di cui Ai??eleva Ai??lai??i??utilizzo da una elementare applicazione per immagini redazionali a sfondo del TG Nazionale, ad un impiego scenografico piA? versatile.

La possibilitAi?? di verificarne lai??i??effettive potenzialitAi?? di utilizzo gli A? offerta dalla stessa Rai che gli mette a disposizione i Ai??mezzi di Regia mobile dello Studio P1 di via Asiago, a Roma, destinato alla ricerca sul colore.

Siamo nel 1977 ed a seguito della Riforma Aziendale nAi?? 103 del 1975, si promulga la Terza Rete e l’indipendenza tra Testate Regionali, con la relativa necessitAi?? di attivare nelle varie sedi un proprio Studio per il Telegiornale: gli spazi a disposizione sono perA? piccoli, con un’area per la realizzazione degli studi TV di Ai??massimo 5 metri per 5, e per i giornalisti si rivela una vera tortura il calore emesso dall’illuminazione necessaria alla realizzazione dell’effetto Chroma key, inducendo la Rai ad affidarne la soluzione alla ditta Illumineon.

Marcello Ognibene predispone, allora, un sistema modulare in carpenteria d’acciaio di pannelli autoilluminanti con impiego di tubi al neon a luce bianca con intensitAi?? luminosa regolabile, rivestititi in lastre di perspex verde antiriflesso, che rivoluzionano il metodo di impiego dellai??i??effetto, rendendolo piA? duttile per collocazione e per utilizzo.

La successiva frontiera tecnologica che la ditta Illumineon oltrepassa A? nell’applicazione scenica di micro lampade E10, che dissemina sul sipario, lungo le pareti o sotto un rivestimento in perspex del pavimento, con un effetto di gradazione luminosa puntiforme od a grappolo veramente seducente, come vediamo nelle scenografie per le trasmissioni TV ai???Serate Dai??i??Onoreai??? che si succedono dal 1983 al 1987 nel Nuovo Teatro verdi di Montecatini Terme, per ai???Disco Ringai???, ‘82-’84 e per la gloriosa trasmissione ai???Indietro Tuttaai??? del 1987, condotta da Renzo Arbore.

Nella trasmissione ai???Indietro Tuttaai???, vengono inoltre installati per la prima volta in maniera massiccia, i Cabochon, lampada tipica dei Luna Park, adattata alle nuove esigenze televisive.

Nel 1983, in occasione della trasmissione ai???Azzurroai??? allestita presso il Teatro Petruzzelli di Bari, vengono utilizzate per la prima volta le Fibre Ottiche per la realizzazione di un cielo stellato, soluzione che continua ad essere la preferita da gran parte degli scenografi televisivi.

Nel 1986 in occasione della trasmissione ai???Serata Dai??i??Onoreai??? viene realizzato per la prima volta, in collaborazione con lai??i??allora piA? grande industria chimica e tecnologica italiana, un fondale interamente realizzato con impiego delle nuove Lampade Elettroluminescenti, successivamente ribattezzate con il nome di Magic Tape, dello spessore di 0,5 mm, che lui modella in forma di strisce da cm. 2 per 5 metri di lunghezza, per complessive 7.200 lampade

Successivamente nel 1987 le lampade elettroluminescenti vengono utilizzate per il ai???Festival di Sanremoai???, modellate a forma di piccole stelle ed applicate sul fondale, con un effetto di illuminazione circoscritta che non verrAi?? piA? riproposta in veste scenica fino al 1996, dove vengono utilizzate nuovamente per la trasmissione ai???Segreti e Bugieai???, condotta da Michele Cucuzza e Katia Ricciarelli.

Nello stesso programma Ognibene Ai??applica un altro sistema innovativo di illuminazione, basato sulle fibre ottiche, dopo averlo sperimentato in forma piA? ridotta in ai???Sanremo Giovaniai??? dello stesso anno, e che qui estende all’intera scena, ottenendo Ai??risultati di grande profonditAi??, con accensioni e cambi di colore in sequenza, dovuti a degli illuminatori particolari comandabili tramite i moderni segnali di trasmissione digitale DMX.

A partire dalla trasmissione ai???Telethonai??? del 1993, Marcello Ognibene viene affiancato dai suoi due figli, Luca e Federico, i quali cominciano attivamente a collaborare con il padre, portando nuove idee e entusiasmo, realizzando lavori importanti utilizzando tutte le tecnologie a disposizione dellai??i??epoca, quali display elettronici, fibre ottiche, proiettori motorizzati, eccetera, dando il loro personale contributo a tutte le trasmissioni di successo della RAI da allora ad oggi, quali ai???Domenica Inai???, ai???Uno Mattinaai???, ai???Geo & Geoai???, ai???Furoreai???, ai???Sogniai???, ai???Scommettiamo Che?ai???, ai???I raccomandatiai???, ai???La Casa dei Sogniai???, ed altre.

Gli ultimi traguardi tecnologici riguardano l’illuminazione a led, fortemente voluta e portata per primo su di uno schermo televisivo nel Festival di Sanremo del 2004 e successivamente utilizzata per tutta la pedana della trasmissione ai???Fiorello Revolutionai???, sita nello storico Teatro delle Vittorie in Roma, culminando alla fine dello stesso anno con lai??i??illuminazione a led dell’intero studio TV di Rai Sat, realizzato all’interno dell’Auditorium di Renzo Piano a Roma.

Da allora fino ad oggi oramai tutti i nuovi impianti di illuminazione televisiva vengono realizzati utilizzando la tecnologia a led cambiacolore, come ad esempio nel 2005 ai???Mi Manda RAI Treai??? e lo studio del TG 1 di New York, nel 2006 ai???Vincenzo Salemme Showai???, ai???RAI Utileai???, ai???Alta Tensioneai???, ai???Affari Tuoiai??? ed ai???Elisir Estateai???, nel 2007 ai???Notti sul Ghiaccioai???, ai???I Raccomandatiai???, ai???Ricomincio da Quiai???, ai???Alle Falde del Kilimanjaroai???, fino a ai???Telethon 2007ai???, allai??i??interno del Prestigioso Auditorium RAI del Foro Italico in Roma.

Tanti altri sono, infine, i possibili utilizzi in studio da parte dello staff tecnico della Illumineon Ai??ed in vaglio di brevetto, destinati non solo ad eventi di spettacolo, ma anche all’architettura degli interni, come avviene per esempio allai??i??interno un famoso Albergo di via Veneto a Roma, dove vengono sostituite tutte le sorgenti luminose alogene con lampade a led, interamente progettate dalla stessa Illumineon.

Sono tante le varie applicazioni effettuate per conto di tante grandi aziende, che credono nella competenza tecnica, nellai??i??utilizzo di nuove tecnologie, nella umanitAi??, e soprattutto nella sconfinata esperienza e nella passione per il proprio lavoro di Marcello Ognibene, che da oltre quarantacinque anni A? parte insostituibile di tutto lo straordinario mondo dello Spettacolo, e della Luce.

Nellai??i??ambito dellai??i??utilizzo dei tubi al neon, Marcello Ognibene dAi?? inoltre il suo fondamentale contributo alla ricerca sperimentale sul Chromakey, di cui Ai??eleva Ai??lai??i??utilizzo da una elementare applicazione per immagini redazionali a sfondo del TG Nazionale, ad un impiego scenografico piA? versatile. Sono tante le varie applicazioni effettuate per conto di tante grandi aziende, che credono nella competenza tecnica, nellai??i??utilizzo di nuove tecnologie, nella umanitAi??, e soprattutto nella sconfinata esperienza e nella passione per il proprio lavoro di Marcello Ognibene, che da oltre quarantacinque anni A? parte insostituibile di tutto lo straordinario mondo dello Spettacolo, e della Luce.

WOW.... Your collection is amazing Congratulations!!! I love the diversity of LV lines that you have :) louis vuitton purse

,

I guess LV bag. I feel good carrying a premium bag instead of plain bags, or Coach bags that majorly every one where I live carry them. I am worried about wearing expensive earrings, because I always lose one of my earrings. LOLAlso I always wear my hair down, covering my ears. lv bags

,

No. I love epi more than damier and mono... and I am probably going to get my first Vernis bag soon. I find Damier is nice because of no vachetta, but I only need one bag in that leather, as I don't tend to wear a lot of brown.The majority of bags that I own are in the epi leather range. louis vuitton purse

,White Watercolor Speedy 35Dentelle Ferson, SilverPanda, Cherry & SS Rose Pochettes Numerous SLGsI've sold so many... ah to have them back!Excellent topic OP! louis vuitton,

Last time I checked, there's nothing 'cheap' or 'entry level' when it comes to LV! louis vuitton shop

,

Cheers to new beginnings louis vuitton purse

,

I would wait and get it in Maui. lv bag

,

f you don't mind a generic one, you can get a strap from an eBay seller like "silver-coach". I no longer see an optional strap l louis vuitton luggage

.
UGG outlet, UGG prezzo, UGG outlet.